CONTATTAMI (clicca qui)
1000 caratteri rimanenti

Coppettazione

 

 

La coppettazione è un metodo terapeutico utilizzato, non solo in passato ma anche al giorno d’oggi, in molte culture.

Le prime indicazioni sull'uso medico della coppettazione furono ritrovate sul sigillo di un medico risalente al 3300 a.C. circa. Anche nella medicina tradizionale di India, Cina, Sud America ed Egitto la coppettazione era una pratica terapeutica riconosciuta. Nella Grecia classica esisteva addirittura un dio della coppettazione e il procedimento veniva applicato così spesso che la coppetta divenne il simbolo dei medici.

Consiste nell’applicare sulla pelle delle coppette la cui si è creata una depressione interna con il riscaldamento. L’applicazione  delle coppette fa sì che la pelle e lo strato muscolare superficiale sia risucchiato e trattenuto dentro la coppetta. Fequentemente la coppetta è applicata sopra un ago di agopuntura precedentemente inserito.

In alcuni casi la coppetta – mentre è adesa alla pelle – può essere fatta scivolare  inducendo una diffusa aspirazione di pelle e muscoli in aree specifiche del corpo. Storicamente l’uso di questa tecnica viene fatto risalire a Ge Hong, famoso taoista esperto di alchimia e fitoterapia.

Questa pratica terapeutica è specialmente indicata per la terapia del dolore, per i trattamento di disturbi gastro-intestinali, per malattie polmonari (tosse e asma) e per tutte le forme di contrazione muscolare.

La coppettazione svolge la sua azione terapeutica attraverso:

 

  • la stimolazione della circolazione di energia e sangue nell’area trattata;
  • la facilitazione della circolazione linfatica;
  • il miglioramento  dei movimenti peristaltici nelle patologie digestive.

La coppettazione è controindicata  se la pelle non è integra; durante la gravidanza, non va eseguita né sulla regione addominale, né sulla regione lombosacrale. 

Le coppette vengono lasciate in sede per alcuni minuti

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy facendo click sul pulsante "DETTAGLI"