Principi della dietetica cinese

“Il farmaco cura ma la dieta guarisce”

 

COSA MANGIARE PER STARE BENE A LUNGO.

 

La tradizione cinese vede da millenni una relazione molto stretta tra alimentazione e salute.
Una dieta sana ed equilibrata è la base per mantenersi in forma e rinforzare le nostre difese naturali.

Il cibo che ogni giorno scegliamo di mangiare – ma anche la sua origine, il modo in cui viene cotto e assimilato - è di fondamentale importanza per vivere in salute.

L’alimentazione deve essere il più possibile varia.

 Ci sono inoltre alcuni criteri e alcune variabili da tenere presenti:

  • il tipo di costituzione individuale
  • l’età
  • la stagione
  • la collocazione geografica
  • il tipo di lavoro svolto
  • la presenza di eventuali disturbi

Viene inoltre considerata l’azione energetica che ogni alimento ha sugli organi interni perché, come dice un proverbio cinese, “le malattie entrano dalla bocca”.

 

Del cibo si considerano la vitalità ( jing), la natura (xing) e il sapore (wei).

 

La vitalità:

si consiglia un’alimentazione a base di alimenti freschi, che conservino la loro essenza.

Cibi freschi quindi, alterati il meno possibile dall’industria alimentare, che siano ottenuti in modo naturale e non forzato, e non tenuti a lungo in congelatore. Un cibo a Km zero diremmo oggi, la cui energia sia in assonanza con l’energia dell’ambiente in cui si vive.

 

La natura:

per natura di un cibo si intende l’azione energetica Yin o Yang prodotta dall’assunzione di un determinato alimento sul Qi della persona che ne fa uso.

Esistono due nature YIN, una fredda e una fresca, che tendono a rinfrescare il corpo; e due YANG, una calda e una tiepida, che tendono a riscaldarlo, e infine una quinta natura, neutra.

La natura di un cibo può essere poi modificata dal tipo di cottura usato. Più la cottura è a fiamma viva più consuma i liquidi perciò rende il cibo più yang. Viceversa una bollitura rende il cibo più yin, arricchendolo di acqua. La cottura al vapore è neutra.

La classificazione Yin e Yang del cibo si spinge poi a considerarne i colori, la consistenza, il profumo, la velocità di crescita, e ancora, se appartengono più alla terra (radici) oppure se sono appesi agli alberi (frutti).

Per esempio sono di natura fredda:

anguria, banana, cachi, lattuga, melone, pompelmo, gelati, birra, zucchero, tutti i tipi di molluschi.

Hanno invece natura fresca:

cetriolo, fragola, grano, mandarino, mango, mela, melanzana, yogurt, formaggi e latticini,

Sono dii natura calda:

carne di capra, zenzero, alcol, cipolla, peperoncino, cannella, pepe bianco e nero, formaggio fermentato, carni rosse in genere, pesci.

Hanno invece natura tiepida: aceto, aglio, basilico, caffè, ciliegia, cocco, erba cipollina, gambero, carne di pollo.

 

Il sapore (wei) anche se origina dalla sensazione prodotta nella nostra bocca è considerato per l’impatto energetico che apporta nella nostro Qi.

 

 

CURARSI CON I SAPORI

Questi cinque sapori sono in collegamento con organi interni sui quali esercitano specifiche azioni:

 

- Acido (酸 suan): astringe e modera l’ascesa; (yin)
agisce su Fegato e Cistifellea, essendo astringente inibisce diarrea e sudorazione eccessiva, aiuta la digestione. Ad esempio: prugna, aceto, ananas, mela, pomodoro e uva, arancia, mandarino, lievito, spinaci, azuki.

Amaro (苦 ku): porta in basso; (yin) agisce sul Cuore e sullIntestino Tenue. Aiuta l’evacuazione ha azione purgante. Ad esempio: luppolo, aceto, asparago, cetriolo, lattuga, sedano, vino, grano saraceno, cicoria, carciofo, rosmarino, salvia, caffè.

- Dolce (甜 tian): seda e tonifica; (yang)
agisce su Milza e Stomaco. È rilassante, armonizzante, calmante, neutralizza le tossine, tonifica l’energia, il sangue e lo yin. Ad esempio: zucchero bianco, riso, miele, banana, carota, funghi, latte, maiale, pollo, soia, uova, tofu.

Piccante ( la): ha unazione diaforetica quindi disperde ed esteriorizza (yang)
agisce sui Polmoni e sullIntestino Crasso.
Aiuta la sudorazione, favorisce la circolazione dell’energia, scioglie i ristagni, aiuta a disperdere il freddo e il vento. Ad esempio: zenzero, menta piperita, aglio, basilico, chiodi di garofano, finocchio, pepe nero, peperoncino rosso, coriandolo, porro, rosmarino e cannella.

 

- Salato ( xian): emolliente. (yin)
 agisce sui Reni e sulla Vescica. È ammorbidente, purgante, crea liquidi, concentra e calma la mente. Ad esempio: anatra, granchio, maiale, molluschi, orzo, prosciutto e il sale, miglio, avena, borragine, castagna, alghe, soia.


 

DIMMI CHE VOGLIA HAI E TI DIRÒ COME STAI.

Spesso il desiderio di un determinato cibo è legato ad un bisogno dell’organo in cui è in relazione, per esempio la voglia di dolce può essere legata alla sua azione rilassante e calmante.